010 5388519
Capodanno alla Spezia, oltre 10mila persone in piazza Europa e migliaia in centro città per dare il benvenuto al 2024

Capodanno alla Spezia, oltre 10mila persone in piazza Europa e migliaia in centro città per dare il benvenuto al 2024

La Spezia, 1° gennaio 2024 – Grande successo per il Capodanno in piazza Europa che, nonostante le condizioni meteo incerte, ha coinvolto oltre 10mila persone. Una piazza da tutto esaurito, dove spezzini e turisti hanno potuto ballare con la musica di Radio Number One, assistere alle esibizioni del comico, cabarettista e imitatore Dario Ballantini, che ha portato sul palco i suoi personaggi più noti come lo stilista Valentino, Vasco Rossi e molti altri. Poi l’esibizione degli Eiffel 65 e lo show “Voglio Tornare negli anni ‘90”, ovvero un programma adatto per persone di tutte le età. Anche nel centro storico i protagonisti sono stati la festa e il divertimento: migliaia di persone si sono potute divertire nei locali e all’aperto, anche grazie alla deroga che ha permesso ai commercianti di poter tenere la musica fino alle due di notte, orario in cui sono terminate le esibizioni in piazza Europa.

 

Il sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini dichiara: “Una grande festa per dare il benvenuto a quello che auspichiamo possa essere un anno pieno di soddisfazioni e di grandi risultati per la nostra Città, ma soprattutto per i cittadini, che spero possano realizzare i loro sogni grazie alle opportunità offerte dal nostro territorio. In piazza Europa abbiamo portato artisti conosciuti in tutta Italia, con esibizioni e musica adatta per grandi e piccoli e siamo contenti che il programma sia stato apprezzato, trovando un riscontro molto positivo con oltre 10mila persone in piazza. Anche nel centro storico e nei locali c’è stata molta partecipazione, una notizia positiva soprattutto per il commercio spezzino. Ringrazio tutti gli uffici del Comune che hanno lavorato per rendere possibile questo evento, i volontari delle associazioni di primo soccorso sempre pronti a intervenire in ogni evenienza, i Vigili del Fuoco, le Forze dell’Ordine, la Polizia Locale e il servizio di sicurezza. Auguro a tutti, e in particolare a coloro che hanno dedicato il loro impegno in questi giorni di festa, un felice e sereno 2024”.

Valli del Parco dell’Aveto

Valli del Parco dell’Aveto

EVENTI DELLA SETTIMANA nelle Valli del Parco dell’Aveto

E dopo Ferragosto… continuiamo a camminare: sabato 21 agosto le Guide del Parco dell’Aveto ci accompagnano sul Monte Caucaso (prenotazione on-line)

Domenica 22 è in programma un appuntamento straordinario con l’Horsewatching: la Guida Evelina Isola ci porterà sulle tracce di cavalli selvaggi e lupi (prenotazioni e info: tel.  347.3819395).

Da giovedì 19 fino al 25 agosto si terrà uno speciale Bike Camp al Prato della Cipolla, S. Stefano d’Aveto, per imparare tutti i segreti della mountain bike con le nostre guide e maestri MTB (info e prenotazioni: tel. 338.6645512 Massimo, 393.9480991 Andrea).

Sempre a Santo Stefano d’Aveto, sabato 21 alle h 17.00, proseguono le Visite Guidate in Musica al Castello Malspina-Fieschi-Doria e tanti altri eventi e intrattenimenti in tutto il Comune (per info e prenotazioni: tel. 0185 88046).

Allo IAT e Centro Visite del Parco dell’Aveto a Rezzoaglio, invece, fino al 31 agosto sarà possibile visitare la mostra Val d’Aveto in Cartolina, cartoline d’epoca dalla collezione privata di Franco De Lucis (info: tel. 0185 870171).

Spazio anche ad attività per il benessere del corpo e della mente.

A Santo Stefano venerdì 20 agosto  ultimi appuntamenti con Working Easy Together con la ginnastica dolce per tutte le età, il laboratorio di movimento consapevole, respirazione e rilassamento e il Naturyoga (info e prenotazioni:  tel. 349.7372120).

Domenica 22 agosto Forest Bathing Liguria invece ci porta nel cuore della Foresta delle Lame per una giornata dedicata al bagno di bosco, ascoltando il nostro corpo e la natura che ci circonda (info e prenotazioni: tel.347.330 2664).

Al Lavandeto di ARnico domenica torna per il terzo anno l’appuntamento con l’evento Profumi, suoni e benessere, che in questa edizione si arricchisce anche di un progetto di arteterapia dedicata ai bambini: Il filo magico: il piatto di famiglia (info e prenotazioni: tel. 338.6005951).

Per serate spensierate in allegria ci vediamo in Val Graveglia venerdì per la Festa delle Fisarmoniche a Conscenti di Ne oppure in Valle Sturla: sabato sera per una serata all’aperto con musica all’Agriturismo La Taverna del Nonno di Borzonasca (prenotazioni:  tel. 333.5878987) e tutte le sere a partire da mercoledì 18 a domenica 22 al Circolo Poche Musse di Mezzanego per una Festa della Birra nel bosco ricca di musica e cabaret (info e prenotazioni: tel. 393.211 9333).

Ritorna domenica 22, con la novità della versione serale, anche  la passeggiata gustosa sui pascoli della Val Graveglia con l’Azienda agricola Marpea al Fior di latte (info e prenotazioni:tel. 328.8740800).

Martedì 24 appuntamento con Val Graveglia con Gusto, serata gastronomica sotto le stelle a partire dalle h 19.30 presso l’area verde Sandro Pertini di Conscenti di Ne.

Consorzio Ospitalità Diffusa “Una Montagna di Accoglienza nel Parco”

Uffici Informazioni Turistiche:

IAT Valli del Parco dell’Aveto – Borzonasca, Via Vittorio Veneto 13

Tel. +39 334 95 75 893 – +39 334 61 17 354

IAT S. Stefano d’Aveto – P.za del Popolo 6

Tel. +39 0185 88 046

IAT Rezzoaglio – Via Roma 47

Tel. +39 0185 87 01 71

Segreteria del Consorzio: Tel. +39 334 61 17 354 – [email protected]

 

Uscimmo a riveder le stelle

Uscimmo a riveder le stelle

“Uscimmo a riveder le stelle”

è il titolo che unisce tre diversi eventi organizzati dall’Università di Genova in ville storiche e parchi pubblici della Liguria, per tornare a praticare la cultura sul territorio a diretto contatto con il pubblico.

Giovedì 19 agosto, alle ore 21.15, promossa dal Comune di Sestri Levante e svolta in collaborazione con la società in-house Mediaterreaneo Servizi e l’Associazione Culturale il Sestante, “Uscimmo a riveder le stelle” si terrà nella verde cornice del Parco Mandela di Sestri Levante. Protagonista è la storia di vita vissuta di due “camalli” del porto di Genova, diventati attori del cinema muto: Bartolomeo Pagano, in arte Maciste, famosissimo e osannato dal pubblico ed Umberto Guarracino, in arte Cimaste, celebre invece per breve tempo, prima dell’oblio. Li uniscono il lavoro e la fatica, li separano la carriera e l’epilogo. Due destini diametralmente opposti, i loro, che si incroceranno per tre volte sul set.

“Maciste Vs Cimaste” è un tuffo nel passato, con storie e legami unici e sorprendenti, è un incontro di parole, musica e immagini che dagli albori del cinematografo arriva intatto fino ai giorni scorsi e ci svela qualcosa che potrebbe rivelarsi molto utile anche in futuro. Ci racconta la loro epopea, fra avventura e sventura, Massimo Minella, giornalista e scrittore, vicecaporedattore della redazione genovese de La Repubblica, in scena insieme a Franco Piccolo (fisarmonica) e Augusto Forin (chitarra e voce).

A seguire, l’osservazione degli astri principali del cielo estivo con la guida dagli esperti dell’Associazione Culturale il Sestante. Per tornare a riveder le stelle.

Dichiara il Professore Fabrizio Benente, Prorettore alla Terza missione UniGe: <<“Uscimmo a riveder le stelle” prende l’avvio con l’appuntamento di Sestri Levante, realizzato in collaborazione con il Comune e con l’Associazione culturale il Sestante. Il titolo non contiene solo un evidente richiamo dantesco, ma è anche un auspicio che è sicuramente condivisibile da tutti noi. L’estate 2021 trascorre, infatti, in attesa del sospirato ritorno alla normalità dell’attività didattica e di ricerca “in presenza”. Il ruolo dell’Ateneo, e propriamente della Terza missione, è quello di contribuire a costruire percorsi di cultura e divulgazione anche fuori dai Palazzi e dalle aule dell’Università, trovando la collaborazione delle amministrazioni comunali, delle associazioni e dei principali attori delle attività culturali della Liguria. Un mio particolare ringraziamento deve andare a Maria Elisio Bixio, al Comune di Sestri Levante, nonché a tutto il personale del Settore eventi e comunicazione interna dell’Università di Genova.>>

L’iniziativa è a ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria nella sezione eventi del portale turistico www.sestri-levante.net.

Per la partecipazione all’evento è obbligatorio il possesso di Green pass.