010 5388519
Spiaggie, Liguria ancora regina delle Bandiere Blu

Spiaggie, Liguria ancora regina delle Bandiere Blu

” Bandiere Blu 2019 in Liguria, i Comuni e le spiagge premiati “

Liguria ancora una volta regina incastrata delle spiagge italiane con ben 30 località premiate con una Bandiera Blu: ad assegnarle il titolo è stata la ong danese Fee, Foundation for Environmental Education, che ormai da 33 anni premia i Comuni della riviera e gli approdi che possono contare sul mare più bello e pulito e sulle spiagge maggiormente accessibili e attrezzate dal punto di vista turistico.

In totale sono stati 183 i Comuni premiati, 385 le spiagge: circa il 10% di quelle premiate a livello mondiale, e 12 in più rispetto allo scorso anno, anche se 4 sono uscite dalla classifica. La Liguria, come detto, resta in testa: 3 i nuovi ingressi con Imperia, Riva Ligure (Imperia), Sanremo (Imperia), cui si aggiungono due approdi, Goimperia (Imperia) e Marina di Loano (Savona).

A valutare le caratteristiche delle spiagge, e ad assegnare le Bandiere Blu, è stata una giuria nazionale affiancata dal ministero dell’Ambiente, quello delle Politiche agricole, il Coordinamento assessorati regionali al turismo, il Comando generale delle Capitanerie di Porto-Guardia Costiera, l’Ispra, il Laboratorio di oceanologia ed ecologia marina dell’università della Tuscia, la Federazione nazionale degli Ordini dei chimici e dei fisici e l’Anci insieme con i Sindacati Balneari e la Fin.

I criteri utilizzati sono stati, oltre alla qualità dell’acqua (misurata con campionamenti periodici) anche la funzionalità degli impianti di depurazione (quando presenti), la gestione dei rifiuti e la quantità prodotta, la percentuale di successo della differenziata e tutti gli aspetti legati alla valorizzazione del patrimonio culturale e naturalistico e dell’accoglienza turistica, dall’arredo urbano alle ciclabili passando per l’accessibilità delle spiagge.

Subito dietro la Liguria si piazzano la Toscana, con 19 località Bandiera Blu, e la Campania. A seguire Marche (15), Sardegna (14), Puglia (13), Calabria (11), Abruzzo (10, compreso un lago), Lazio (9) e Veneto (8). L’Emilia Romagna resta a 7 località con la Sicilia, chiudono Basilicata (5), il Friuli Venezia Giulia (2) e il Molise con una sola.

Bandiere Blu 2019 in Liguria, i Comuni e le spiagge premiati:

L’elenco delle Bandiere Blu 2019 in Liguria

Imperia

1.         Bordighera – Zona Ovest di Capo Sant’Ampelio, Zona Est di Capo Sant’Ampelio

2.         Sanremo – Rio Foce, Tre Ponti, Imperatrice Corso Marconi, Bussana

3.         Taggia – Arma di Taggia

4.         Riva Ligure – Ex Bungalow

5.         Santo Stefano al Mare – Baia Azzurra, Il Vascello

6.         San Lorenzo al Mare – U’Nustromu/Prima Punta, Baia delle Vele

7.         Imperia – Spianata Borgo Peri, Borgo Prino Foce, Borgo Marina

Savona

8.         Ceriale – Litorale

9.         Borghetto Santo Spirito – Litorale

10.      Loano – Spiaggia di Loano

11.      Pietra Ligure – Ponente

12.      Finale Ligure – Spiaggia di Malpasso/Baia dei Saraceni, Finalmarina, Finalpia, Spiaggia del Porto, Varigotti, Castelletto San Donato

13.      Noli – Capo Noli/Zona Vittoria/Zona Anita/ Chiariventi

14.      Spotorno – Lido

15.      Bergeggi – Il Faro, Villaggio del Sole

16.      Savona – Fornaci

17.      Albissola Marina – Lido

18.      Albisola Superiore – Lido

19.      Celle Ligure – Levante, Ponente

20.      Varazze – Arrestra, Ponente Teiro, Levante, Teiro, Piani D’Invrea

Genova

21.      Camogli – San Fruttuoso, Spiaggia Camogli Centro/Levante

22.      Santa Margherita Ligure – Scogliera Pagana, Punta Pedale, Paraggi, Zona Milite Ignoto

23.      Chiavari – Zona Gli Scogli

24.      Lavagna – Lungomare

25.      Moneglia – Centrale, La Secca, Levante

La Spezia

26.      Framura – Fornaci (Spiaggia Confine Deiva Marina), Spiaggia La Vallà-Apicchi

27.      Bonassola – Lato Est e lato Ovest

28.      Levanto – La Pietra, Casinò, Ghiararo

29.      Lerici – Lido, San Giorgio, Eco del Mare, Fiascherino, Baia Blu, Colombo

30.      Ameglia – Fiumaretta

Fonte: http://www.genovatoday.it/cronaca/bandiere-blu-2019.html

Campionato mondiale di Pesto Genovese

Campionato mondiale di Pesto Genovese

Il campionato raddoppia: sabato 28 marzo evento annullato in ottemperanza al Dpcm 198 del 8 marzo 2020), rinviata al 26 settembre la gara finale.

Il programma dell’VIII° Campionato Mondiale di Pesto Genovese al Mortaio subirà alcune variazioni a causa della situazione straordinaria causata dall’epidemia da Corona Virus. La finalissima vera e propria viene spostata al 26 settembre mentre la giornata del 28 sarà particolarmente carica di eventi e iniziative a partire dal “Pesto Party” che a Palazzo Ducale, dalle 11 in poi fino a sera, celebrerà il prodotto simbolo di Genova e della Liguria attraverso la musica, la proiezione di filmati, laboratori di Pesto per grandi e piccoli e altri eventi. Verrà lanciato il concorso internazionale di cartoon “Pestochampionship Mascotte” del Comune di Genova. Saranno esposte altre eccellenze del saper fare ligure che guarda al futuro come una applicazione di robotica umanoide messa al servizio del Campionato e un impianto per la ricerca scientifica sui vegetali (fra i quali il basilico) coltivati in condizioni estreme, in grado di sostenere la permanenza dell’uomo nello spazio nel 2024 o addirittura lo sbarco su Marte nel 2033. Nell’intervallo dalle 13 alle 14 trofie al pesto per tutti offerte dai ristoratori genovesi di Genova Gourmet.

Per quanto riguarda la gara finale del Campionato si è voluto spostare la data a sabato 26 settembre per privilegiare concorrenti e ospiti che provengono dalle regioni italiane più colpite e dalle altre nazioni che in questo momento possono avere problemi a viaggiare a causa del fenomeno corona virus. Con l’evento del 28 marzo e la super finale del 26 settembre 2020 il Campionato, con il supporto delle istituzioni, delle imprese liguri e di tutti i genovesi, non si ferma e continua a guardare alla promozione del territorio e al futuro.

Fonte: http://www.visitgenoa.it/evento/campionato-mondiale-di-pesto-al-mortaio-2020

Share This